7 falsi miti da sfatare sui carboidrati

7 falsi miti da sfatare sui carboidrati

  • 22 Giu 2021

Nonostante la scienza venga studiata e tramandata, i falsi miti sono sempre di moda, soprattutto quelli legati alla nostra nutrizione.

In questo articolo, come avrai capito ci occupiamo di carboidrati: pasta, riso, farine, pizza, cereali. Quali sono i falsi miti principali?

1. Il riso bianco è dietetico

Il riso bianco può avere un elevato indice glicemico, causando un aumento molto rapido della glicemia nel sangue.

A influenzare l’indice è soprattutto la cottura: un riso bollito in molta acqua e poi scolato è più alto.

Non è quindi un grande aiuto per la nostra dieta: potrebbe aiutarti aggiungere delle verdure nel piatto o mangiarle prima come antipasto per rallentare l’assorbimento degli zuccheri.

Consigliamo di consumare varietà di riso più ricche di fibra come il riso rosso, il riso venere o versioni integrali.

2. Devi eliminare i carboidrati se vuoi dimagrire

Pensare di eliminare i carboidrati dei cereali e legumi o della frutta è impensabile: il glucosio è la sola fonte di energia per il nostro cervello, nonchè di tutto il corpo ed è indispensabile.

Dall’altro lato però non serve nemmeno esagerare con pasta e pagnotte.

3. Più è al dente meglio è

Se la cottura è prolungata, gli amidi diventano come un gel che si assorbe molto velocemente anche nel suo contenuto di zuccheri, di conseguenza l’indice glicemico è elevato.

La pasta al dente invece ha un effetto sulla glicemia più moderato. Proprio per questo anche i chicchi devono essere cotti a puntino. Anche nei casi di riso, orzo o farro si può cercare di ridurre l’acqua: più acqua c’è, più l’amido si trasforma in gel.

4. Mangiare la pizza fa bene

Dipende: il condimento, quanta se ne mangia, come viene preparata. Con i giusti ingredienti, anche  una volta alla settimana, una pizza può sostituire un pasto classico:

  • La farina meglio integrale.
  • Al posto del lievito di birra si può usare il lievito madre, che consente una lievitazione lenta.
  • Al posto del saccarosio per agevolare la lievitazione, si può grattugiare un po’ di mela.
  • Non esagerare con il sale.
  • L’olio meglio extra vergine d’oliva.
  • Se la pizza viene preparata con farina raffinata, è consigliabile mangiare prima un piatto di verdure in modo da introdurre fibre per rallentare l’assorbimento del glucosio.

5. I CEREALI CONTRO LA STITICHEZZA

La stipsi si combatte bevendo e mangiando fibre. E’ importante bere almeno un litro e mezzo al giorno tra acqua, tè e altre bevande.

Sono lassativi naturali le prugne secche e fresche, specie per lo zucchero che contengono, il sorbitolo che va dritto all’intestino.

Anche l’esercizio fisico aumenta la velocità del transito gastrointestinale.

6. IL KAMUT E’ MEGLIO DI ALTRI GRANI

Fra i grani antichi, quello che ha maggiore successo è il kamut. Si tratta di una selezione del grano Khorasan.

Peccato che la maggior parte dei prodotti derivati venga realizzata con farina raffinata!

7. I CARBOIDRATI MIGLIORI PER LA PRIMA COLAZIONE

Una fetta di pane integrale con magari sopra un po’ di marmellata o di miele è ottima.

Perfetti anche i cereali soffiati come riso, grano, avena e farro.

La cosa importante è che non contengano zuccheri e grassi aggiunti. Per saperlo controlla l’etichetta sulla confezione.